La dipendenza da Internet

Stacks Image 174
Pagina curata da Francesco Pozzi
Ultimo aggiornamento: 12/2013
La dipendenza è un disturbo psicologico che comporta una forte sofferenza, anche fisica, quando si è costretti a fare a meno di una certa sostanza o esperienza. Internet può essere coinvolto in diverse dipendenze. Da anni si discute se possa essere esso stesso la fonte di una nuova dipendenza.
Come si valuta la dipendenza da Internet?
Stacks Image 133
Il concetto stesso di dipendenza da Internet (o Internet Addiction) è stato avanzato alla metà degli anni ’90 (qui un articolo del 1996, in PDF) dalla dottoressa Kimberly Young, psicologa e ricercatrice statunitense.
La Young ha fondato un
centro per la cura della dipendenza da Internet e, negli anni, ha pubblicato diversi libri e un test per misurare la dipendenza, chiamato IAT - Internet Addiction Test (qui l’articolo del 2004 che ne presenta le proprietà psicometriche, in PDF).
Il test, in inglese, consta di 20 domande e
può essere svolto anche online.
Link sponsorizzati
Ci può essere un uso problematico di Internet, anche senza dipendenza?
Una corrente di ricerca si è impegnata ad indagare le situazioni di uso problematico di Internet, con effetti negativi sulle relazioni interpersonali, a prescindere dalla presenza di una dipendenza vera e propria.
Uno dei ricercatori più attivi in questa direzione è il
dott. Scott Caplan, Ph.D., che ha sviluppato un questionario per misurare l’uso problematico di Internet, il GPIUS - Generalized Problematic Internet Use (presentato in un articolo del 2010 su Computers and Human Behavior - articolo completo a pagamento).
Link sponsorizzati
Il disturbo da dipendenza da Internet
Stacks Image 224
L’attuale DSM IV, il manuale diagnostico statistico pubblicato dalla American Psychiatric Association, non include la dipendenza da internet fra i disturbi diagnosticabili.
Il Manuale è in via di revisione e la
nuova versione, il DSM V, verrà pubblicata nel maggio del 2013. Il disturbo di dipendenza da internet (IAD, Internet Addiction Disorder) è stato preso in considerazione per questa nuova edizione, ma finora non è stata prevista la sua inclusione, in quanto mancano dati sufficienti ad indicarlo come un disturbo conclamato e a sé stante.
Ad oggi, dunque, un disturbo da dipendenza da Internet vero e proprio non è riconosciuto dalla comunità internazionale.
Questo non significa, naturalmente, che diverse forme di dipendenza non possano svilupparsi nell’uso di Internet: si pensi ad esempio al gioco online o alla fruizione di materiale pornografico.
Link sponsorizzati