L'affidabilità di Wikipedia

Stacks Image 174
Pagina curata da Francesco Pozzi
Ultimo aggiornamento: 12/2013
Wikipedia è affidabile? Possiamo fidarci delle sue voci? Quanto spesso vengono controllate e da chi? Quanti errori contengono?
Sono alcune domande che sorgono spontanee di fronte all’enciclopedia online più grande del mondo.
Quali garanzie offre Wikipedia?
Stacks Image 133
Wikipedia può essere corretta e modificata da chiunque (ad eccezione delle pagine protette). E’ dunque possibile che negli articoli dell’enciclopedia online vengano inserite inesattezze, per errore o con intento fazioso. Infatti, Wikipedia ufficialmente non dà garanzie sullla validità dei suoi contenuti.
Link sponsorizzati
A che cosa servono gli avvisi?
Stacks Image 205
Wikipedia prevede un sistema di avvisi che compaiono in cima agli articoli per segnalarne gli eventuali limiti: scarsità di fonti citate, incompletezza, imprecisione, controversie... In questo modo è l’enciclopedia stessa a “proteggere” il lettore quando i suoi contenuti sono giudicati non all’altezza. Un esempio è il disclaimer medico, presentato in cima alle voci che si occupano di salute.
Wikipedia non sarà mai un’enciclopedia tradizionale
Stacks Image 224
Questo articolo pubblicato su Punto Informatico del giornalista e blogger Massimo Mantellini prende in esame le critiche mosse a Wikipedia e il paragone fra l’enciclopedia online (e ogni progetto simile) e le enciclopedie tradizionali:

“Viviamo in un mondo che ha un disperato bisogno di conferme e punti fermi. Capita che su Internet le conferme siano un po' meno frequenti ed i punti fermi appaiano discretamente traballanti. Anche se si parla di enciclopedie stiamo occupandoci in realtà di una nuova visione del mondo. Di una novità che richiede un discreto periodo di tempo trascorso in rete prima di poter essere accettata come "normale".”
Link sponsorizzati
Il modello di Wikipedia funziona?
Stacks Image 9
Grazie alla verifica continua da parte dei suoi utenti Wikipedia ha raggiunto un livello di affidabilità insospettabile, almeno sulle voci più importanti (e quindi controllate da più utenti e più spesso). Una ricerca pubblicata su Nature nel 2005 (l’articolo completo è a pagamento) sembra ad esempio dimostrare che, negli articoli di argomento scientifico in lingua inglese, gli errori presenti su Wikipedia sono in numero paragonabile a quelli presenti sull’Enciclopedia Britannica.

La stessa United States Intelligence Community, la federazione delle agenzie di intelligence statunitensi (che comprende, ad esempio, la CIA), si è dotata dal 2005 di un sistema di condivisione delle informazioni costruito come Wikipedia, con l’utilizzo di wiki, battezzatoIntellipedia.
Link sponsorizzati