I pericoli di Internet

Rischi connessi all'uso della Rete
Stacks Image 333
Negli ultimi anni Internet è diventato uno strumento largamente diffuso e per certi aspetti indispensabile nella vita quotidiana. Sempre più servizi, anche pubblici, vengono offerti online. Sempre più spesso utilizziamo la Rete per una varietà di operazioni: informarci, studiare, organizzare un viaggio, acquistare ogni tipo di prodotti, giocare.

È inevitabile che un uso così intenso e costante di uno strumento (o meglio di un insieme di strumenti) comporti dei rischi. Internet probabilmente non comporta pericoli maggiori rispetto agli strumenti che lo hanno preceduto.
È certo però che gli strumenti digitali con i quali ci connettiamo alla Rete, e Internet stessa, sono un’esperienza nuova, cresciuta e diffusasi molto in fretta e riguardo alla quale siamo ancora poco preparati, poco alfabetizzati.

Scopo di queste pagine è fornire una panoramica dei principali pericoli connessi all’uso di Internet, così da aumentare la consapevolezza e la preparazione di educatori e insegnanti.
Un obbiettivo che ci siamo posti nel costruire queste pagine è anche quello di sfatare alcuni miti e ridimensionare alcune preoccupazioni: i rischi ci sono, ma vanno circostanziati e pesati.

L’obiettivo finale è la prevenzione: evitare che rischi potenziali si tramutino in problemi reali.
Ultime notizie su questo argomento dal blog di mediaeducation.eu
Schede in primo piano
Stacks Image 389
Quanto tempo si perde a cercare informazioni introvabili? Spesso la ricerca di informazioni in Rete è un processo lungo e frustrante...
Stacks Image 390
La facilità con la quale si trasmettono informazioni in Rete porta frequentemente alla diffusione di informazioni non corrette, incomplete o faziose.
Stacks Image 399
Wikipedia è affidabile? Possiamo fidarci delle sue voci? Quanto spesso vengono controllate e da chi? Quanti errori contengono?
Stacks Image 400
La Rete è una grande risorsa di contenuti pertinenti e di altissima qualità. A volte, però, questi contenuti vengono presentati male, con errori o imprecisioni tecniche che li rendono di difficile accesso o del tutto inaccessibili.
Internet ci rende stupidi?
Nicholas Carr da alcuni anni si è impegnato, anche tramite il suo blog, a sottolineare i possibili risvolti negativi dell’uso di Internet per le capacità cognitive.
In un citatissimo
articolo del 2008 sull’Atlantic Monthly (in inglese) e più recentemente nel libro del 2011 “Internet ci rende stupidi?”, Carr affronta tutti i principali risvolti negativi che potrebbero emergere da un uso eccessivo della Rete:

“stiamo forse sacrificando la nostra capacità di pensare in modo approfondito? Abituati a scorrere freneticamente dati tratti dalle fonti più disparate, siamo diventati tutti superficiali? Che ci piaccia o no, la rete ci sta riprogrammando a sua immagine e somiglianza, arrivando a plasmare la nostra stessa attività cerebrale.”

Approfondisci alla scheda: Effetti del multitasking

Link sponsorizzati
Stacks Image 11857