Dal Personal (Branding) Flower al Personal (Branding) Flavour

Stacks Image 171
Pagina curata da Tiziano Galli
Ultimo aggiornamento: 01/2014
In questo articolo approfondisco il tema dei Social Network in relazione al mondo del lavoro e al Personal Branding (PB). Tema molto stimolante che in un percorso logico muove dal classico CV cartaceo e attraverso varie declinazioni e “rappresentazioni” in rete, si rivela ricchissimo di opportunità e significati nel mondo reale.
Per una migliore comprensione mi devo rifare ai 2 schemi citati nel titolo e qui sotto riportati. Il Personal Branding Flower:
Stacks Image 165
e… il Personal Branding Flavour:
Stacks Image 191
Si tratta di un piccolo gioco di parole che, tuttavia, vuole cogliere un significato profondamente vero che adesso cerco di spiegare.

Lo schema del PB Flower richiama con una metafora, l’anatomia di un fiore con un pistillo, il CV cartaceo e la corolla i cui “petali” che la arricchiscono e la evidenziano, rappresenta le molte variazioni ad esso connaturate e collegate (e non solo online). Si tratta della rappresentazione strutturale del PB.

Lo schema del PB Flavour invece ha a che fare con la dimensione eterea del PB che nel caso del fiore è fatta dei colori, dell’aroma e del profumo. In definitiva rappresenta la natura “significante” del suo essere fisico.

Questa analogia è quindi sorprendentemente vera se la applichiamo al Web 2.0.

Non serve entrare nell’analisi dettagliata dei due schemi, per comprendere il senso di come Internet e soprattutto, i Social, rappresentino per il CV (che è la parte strutturata di cio’ che siamo) la sua versione “significante-aromatica” e “l’essenza ” del nostro essere piu’ autentico.

Partendo dal tradizionale (e minimo sindacale) approccio della compilazione di un CV cartaceo e/o di moduli in linea – operazione estemporanea e in sostanza attendista - attraverso l’interazione sui Social e un costante lavoro di accrescimento si arriva a “raffinare e rifinire” la propria Reputation Online.

Il FLAVOR come lo abbiamo scherzosamente chiamato rappresenta la strategia che ognuno di noi, sfruttando lo “strumentario” web 2.0 oggi a disposizione, puo’ mettere in atto con un mix molto personale operando in rete sulla propria immagine e le proprie caratteristiche (i propri “skill”).

Questo articolo ha molto a che fare con il medico e con la visione che anche un professionista della salute può sviluppare in rapporto ad una attività di reputation online.

Il medico e l’operatore sanitario in generale vivono (consapevolmente o meno) di “Personal Branding” e di Reputation. A partire dalla stretta di mano con il paziente/collega e relativa interazione personale via via fino… perchè no! alla dimensione Social.

Talvolta, lo sappiamo, la presenza in rete è indipendente dalla nostra volontà (e azione diretta) e per questa ragione necessita di essere conosciuta e soprattutto saldamente verificata e valorizzata.

Infine, se guardiamo ancora lo schema che si riferisce al FLAVOUR, vediamo che molti se non tutti gli strumenti evidenziati, in varia forma e per scopi differenti, possono essere sfruttati in modo complementare per la costruzione di una propria dimensione online ad uso sia proprio che dei colleghi e pazienti.
Link sponsorizzati
Stacks Image 11971