Media education per l'insegnante: i corsi

Progetto educativo “Vicky il Vichingo”
Enter the name for this tabbed section: Descrizione
Stacks Image 10551
"...Questa è la storia di Halvar, bellicoso capo Vichingo e di suo figlio Vicky, un convinto pacifista (i maligni lo chiamano fifone).
Vicky, che rispetta suo padre, ma rispetta anche il buonsenso, si domanda perché farsi schiacciare il naso in battaglia, se con un po’ di cervello si può vivere d’amore e d’accordo…"


"Vicky il Vichingo" è un progetto educativo che ha la finalità di utilizzare il rugby come strumento per combattere il bullismo, per dare un’opportunità ai ragazzi di pensare e pensarsi diversi, per guardarsi dentro diventando un mezzo transazionale e terapeutico.

Rugby Lugano, attraverso la propria esperienza sul campo e di osservazione pratica e prolungata di applicazione dei principi pedagogici della disciplina sui comportamenti giovanili individuali e di gruppo, propone con Vicky un progetto di sviluppo in 3 livelli.
Enter the name for this tabbed section: Presentazione e razionale
Vicky, cartone animato anni ’80 ha una morale attualissima:

Vicky riesce ad affrontare i problemi non con l’uso della forza o la violenza ma con il pensiero.

La prevalenza dell’agito sul pensiero è oggi nelle nostre realtà giovanili, e non solo, un grave problema.

I nostri ragazzi vivono spesso di agiti, anche violenti, e di atti forti, spesso atti di bullismo, che poi comportano difficoltà di relazione nel gruppo dei pari, ma anche con gli adulti di riferimento.


Rugby - “strumento per pensare prima che agire” - Sport di Squadra per antonomasia

Utilizzando simpaticamente Vicky, trasformato in un insegnante di rugby, si vuole entrare nelle scuole e in generale nelle diverse agenzie educative per proporre uno strumento che aiuti a pensare prima che agire.

Il rugby è uno sport, come altri, ma forse di più. Nonostante sia connotato di rudezza un po’ come i Vichinghi, ha nelle sue regole e nel modo di giocare proprio la ricerca di soluzioni, spesso creative, per risolvere i problemi, nel caso di una partita di gioco e più in generale, della vita.

Il Rugbista, come Vicky - al contrario di ciò che si crede - non deve pensare di usare la forza per battere l’avversario ma piuttosto mettere in atto, con l’aiuto dei compagni, una strategia molto simile ad una partita di scacchi…

…“Collegare cervello, cuore e gambe, tutto all’interno di una squadra”

Questa circolarità tra individuo e squadra, il mettersi a disposizione di un gruppo, farne parte e cooperare per raggiungere la meta, ne fanno lo sport di squadra per antonomasia.
Enter the name for this tabbed section: Proposta educativa
Rugby Lugano, attraverso la propria esperienza sul campo e di osservazione pratica e prolungata di applicazione dei principi pedagogici della disciplina sui comportamenti giovanili individuali e di gruppo, propone con Vicky un progetto di sviluppo in 3 livelli.

Questi possono essere attuati individualmente o in combinazione e rientrare in un approccio di coinvolgimento delle varie istanze educative scolastiche: i ragazzi, gli insegnanti e i genitori.

Livello 1 - “Insieme alla Meta”

Proposta: 1 lezione di rugby educativo
Target: Sc. Medie inf – I^ Sup o Agenzia Educativa, su richiesta (max 5 a Stagione)
Partecipanti: 1 o max 2 classi individuate dalla direzione
Docenti: insegnante di rugby qualificato e preparato nella gestione delle dinamiche di gruppo.
Contenuto: Attraverso le nozioni di base del rugby si affronterà sempre in maniera ludica un parallelismo tra fare squadra e fare classe.
Sede: Istituto scolastico o sede Rugby Lugano.
Data: da stabilire
Durata 2-3h
Costo: Gratuito


Livello 2 - “Una meta contro il Bullismo”

Proposta: 3 Incontri di rugby educativo
Target: Sc. Medie inf – I^ Sup o Agenzia Educativa, su richiesta
Partecipanti: 1 o max 2 classi individuate dalla direzione
Docenti: insegnante di rugby qualificato e preparato nella gestione delle dinamiche di gruppo + 1 testimonial (Con l’aiuto del rugby e la testimonianza di un ragazzo che grazie anche al rugby è riuscito ad uscire da una situazione difficile, si cercherà di affrontare il tema del bullismo e di trovare soluzioni all’interno della scuola)
Contenuto: 2 incontri con gli studenti, 1 incontro con gli insegnanti. In tutti gli incontri ci sarà una parte pratica ed una teorica per un totale di 6 ore.
Sede: Istituto scolastico o sede Rugby Lugano.
Date: da stabilire
Durata: 6h
Costo: preventivo su richiesta


Livello 3 - “Atelier di Rugby Educativo come strumento per affrontare la crescita”

Proposta: 5 Incontri di rugby educativo (ev. Programmazione di uno sportello di Rugby Aperto al sociale ossia la possibilità di avere uno spazio di rugby terapeutico durante le ore di scuola per ragazzi che hanno difficoltà a rimanere in aula)
Target: ^V Sc. Elementari - Medie inf – I^ Sup o Agenzia Educativa, su richiesta
Partecipanti: 25 Ragazzi per max + max 15 Insegnanti classi individuate dalla direzione
Docenti: insegnante qualificato, con specifica preparazione pedagogica, incontro con giocatori di rugby, incontro con psicologo.
Contenuto: 2 incontri con i ragazzi; 1 incontro con gli insegnanti; 1 incontro con i genitori
1 mattinata seminario* per insegnanti e genitori sui temi emersi negli incontri: + eventuale incontro finale per programmazione e definizione dei costi del progetto “rugby aperto al sociale”
Date: da stabilire
Durata: 6h
Costo: preventivo su richiesta
Sede: Istituto scolastico o sede Rugby Lugano.
Prevista la Partecipazione (seminario) di Esperto di Pedagogia dello sport Univ Bicocca di Milano


Il personale partecipante al progetto è composto dalle seguenti figure:

Tiziano Galli – Formatore: Responsabile Settore Giovanile Rugby Lugano

Alessandro Borghetti – Educatore: Allenatore 1^ Squadra Seniores Lugano

Flavio Di Giorgio – Preparatore Atletico: Giocatore di Alto livello Petrarca Padova
Enter the name for this tabbed section: Contatti
Se interessati a realizzare uno dei livelli proposti potete contattare direttamente Tiziano Galli, responsabile del progetto, all'indirizzo galli.tiziano@gmail.com
Stacks Image 7972