Media education per i genitori

edge
Ultime notizie dal blog formaefunzione.tumblr.com
Schede in primo piano
Stacks Image 4028
In un grande calderone pensato per far circolare le informazioni, è difficile porre dei limiti e dei confini. Quelle che un tempo consideravamo informazioni private, oggi sfuggono al nostro controllo. - Leggi...
Stacks Image 4038
La dipendenza è un disturbo psicologico che comporta una forte sofferenza, anche fisica, quando si è costretti a fare a meno di una certa sostanza o esperienza. Internet può essere coinvolto in diverse dipendenze. Da anni si discute se possa essere esso stesso la fonte di una nuova dipendenza. - Leggi...
Stacks Image 4050
Oggi capita di usare il cellulare per scrivere sms con il televisore acceso e intanto chattare usando un instant messanger all’interno di un social network, interrotti ogni tanto da una telefonata. Ma quali sono gli effetti di questo bombardamento di stimoli? - Leggi...
Stacks Image 4060
Gli strumenti digitali ci offrono oggi delle scorciatoie di comodo, che consentono in molti casi di fare a meno di queste abilità. Ma la mancanza di allenamento può farci perdere delle sane abitudini. - Leggi...
Libri in primo piano
Stacks Image 6040
Do you speak Facebook?
di Anna Fogarolo
Il volume si rivolge principalmente a insegnanti, educatori e genitori che desiderano imparare a padroneggiare Facebook, per apprendere come gestire la propria privacy, sfruttarne le potenzialità e coordinare correttamente gruppi, pagine e profili, in modo da avvicinarsi al linguaggio dei più giovani.
Stacks Image 6121
Sicuri in Rete
di Mauro Ozenda e Laura Bissolotti
Questo libro, interamente a colori e ricco di schermate esplicative, permette di colmare il gap generazionale e l’incomunicabilità con i nativi digitali: dalla spiegazione delle dinamiche sociali del web 2.0 all’analisi delle risorse didattiche presenti in rete, dai consigli tecnici per difendersi da virus e truffe a come operano i pedofili online, con un’attenzione non solo per i computer, ma anche per gli smartphone.
Stacks Image 6984
In fuga da un dottorato in Letteratura Inglese alla Johns Hopkins di Baltimora, Losse, al verde e senza prospettive di carriera accademica, arriva in California e sale per caso a bordo della squadra di Facebook. Nel 2005 il sito era una giovane startup di Silicon Valley, e Losse, all'epoca carica di speranze, era l'unica donna in una compagnia di informatici nerd a loro agio solo tra algoritmi ed entità scalari...
Come si valuta la dipendenza da Internet?
Stacks Image 2537
Il concetto stesso di dipendenza da Internet (o Internet Addiction) è stato avanzato alla metà degli anni ’90 (qui un articolo del 1996, in PDF) dalla dottoressa Kimberly Young, psicologa e ricercatrice statunitense.
La Young ha fondato un
centro per la cura della dipendenza da Internet e, negli anni, ha pubblicato diversi libri e un test per misurare la dipendenza, chiamato IAT - Internet Addiction Test (qui l’articolo del 2004 che ne presenta le proprietà psicometriche, in PDF).
Il test, in inglese, consta di 20 domande e
può essere svolto anche online.

Approfondisci alla scheda: Dipendenza da Internet

Stacks Image 11711
Stacks Image 12052